Organizzazione Tornei: gestire il tempo [1/2]

ChallongeProjector

Articolo ispirato ed in parte tradotto dal thread originale di SmashBoards

Se non siete a conoscenza dei termini o delle tipologie di tabelloni, leggete il seguente articolo prima di continuare: “tipologie di tabelloni

La Community di Smash continua a crescere in maniera esponenziale, e giustamente, anche gli aspiranti TO (Tournament Organizers – Organizzatori di Tornei). Questi ultimi potrebbero trovarsi in situazioni difficoltose senza la dovuta preparazione e l’assenza di esperienza sul campo (troppi partecipanti, poche postazioni, troppi eventi intrecciati). Questo rischia di creare un disastro logistico e una pessima esperienza per i partecipanti. Prima di pensare all’organizzazione di eventi multi-game (es; Melee, Brawl, Smash64), i TO devono imparare a gestire il tempo per un torneo dedicato ad un solo gioco. Nulla di complicato, il tutto gira attorno all’analizzare il tempo richiesto per il completamento di ogni evento isolato.

Nella prima parte di questo articolo discuteremo nello specifico di come gestire il tempo con una bracket (tabellone) a doppia eliminazione. Si tratta del formato più comune per i tornei di Smash Bros, o perlomeno, il formato più comune preceduto dalle round robin polls (gironi; parleremo di come stimare il tempo necessario per una RR nel prossimo articolo). Una bracket a doppia eliminazione offre due possibilità di sconfitta al giocatore prima di essere definitivamente eliminato. La logistica deve essere studiata ed eseguita in maniera efficiente per far si che il torneo si svolga e termini nei tempi prestabiliti. 

Le risposte alle seguenti domande vi serviranno per stimare i parametri del tempo di esecuzione del torneo.

1) Partecipanti: Quanti partecipanti mi aspetto saranno presenti?
2) Postazioni: Quante postazioni (setup) mi aspetto di avere disponibili?
3) Durata Set: Quanti minuti mi aspetto che durerà nella media un set?

ATTENZIONE: Per “set” si intende l’insieme di match che un giocatore deve disputare per poter essere proclamato vincitore.

Es. Un “set” normale (al meglio di 3) è composto da 2/3 match:

– Se un giocatore vince 2 match di fila, viene proclamato vincitore del set senza giocare il terzo.

– Se i giocatori hanno vinto una partita a testa, viene disputato un terzo match per decidere chi passerà il turno

Ecco un esempio di torneo, consideriamo i seguenti parametri:
1) Partecipanti: 16 partecipanti per i singoli ( 1 contro 1, o 1v1)
2) Postazioni: 16 postazioni disponibili
3) Durata Set: 10 minuti a set

bracket finta

Una bracket a doppia eliminazione può risultare ingannevole dato che il tempo necessario per completarla è “determinato/fisso”. Considerate che, anche avendo a disposizione un milione di postazioni ed il migliore TO del mondo a capo dell’organizzazione; la natura della bracket a doppia eliminazione appoggia le proprie basi su di un tempo minimo di svolgimento che non può essere abbassato una volta raggiunta una certa quantità di postazioni. Se non riuscite a trovarvi con questa teoria, osservate attentamente la bracket a doppia eliminazione e chiedetevi (controllando diverse parti del tabellone): “Può questo set della loser bracket essere giocato prima dello svolgimento di questo set della winner bracket?”

Notate quindi che l numero di set pronti ad essere giocati non eccederà mai il numero di postazioni (prendendo sempre come esempio i parametri precedenti, la realtà è spesso differente, con meno postazioni e più giocatori). Potete quindi essere certi che tutti i set di ogni round possono essere giocati contemporaneamente. In questo caso, ci sono almeno 8 postazioni inutilizzate in qualsiasi momento del torneo. Infatti, il numero totale di partecipanti è molto basso, il che rende relativamente facile gestire la bracket e i momenti “morti”. Potete probabilmente stimare dei tempi di svolgimento molto bassi (appunto 10 minuti a set) in un caso come questo, ipotizzando che si tratti di un tipico torneo locale, con “tipici” smasher e un giusto numero di persone addette allo staff.

ATTENZIONE: Con il termine “round” (da non confondersi con le Round Robin, cioè i gironi), si intende l’insieme di set da giocare ad ogni turno.

Prima di procedere assicuratevi di conoscere le sigle (WB, LQ ecc) descritte nel seguente articolo: “tipologie di tabelloni

COME STIMARE IL TEMPO:

Round | # di set da giocare | Tempo richiesto
WB1 | 8 set | 10 minuti
WQ + LB1 | 8 set | 10 minuti
WS + LB2 | 6 set | 10 minuti
WF + LB3 | 3 set | 10 minuti
LQ | 2 set | 10 minuti
LS | 1 set | 10 minuti
LF | 1 set | 10 minuti
GF primo set | 1 set | 10 minuti
GF secondo set | 1 set | 10 minuti

Basandoci sui parametri dell’esempio con 16 giocatori, 16 postazioni e 10 minuti a set, il tempo stimato per il completo svolgimento dell’evento è di: 90 minuti, quindi 1 ora e 30 minuti.

Facciamo ora un esempio diverso:
1) Partecipanti: 64
2) Postazioni: 16
3) Durata Set: 15 minuti a set

La situazione è leggermente più affollata.

La prima cosa che potete notare è la seguente: il numero di set da giocare eccede il numero di postazioni disponibili durante le prime fasi della bracket. A causa di questa inconvenienza dovrete stimare il tempo dei round “sovraccaricati” dividendo questi ultimi in più parti e trattandoli come se fossero dei round separati. In questo caso, andremmo a spezzare il WB1 in 2 parti (come indicato nell’esempio poco sotto).

Il secondo punto importante da notare è l’esponenziale incremento di giocatori (paragonandoci all’esempio precedente). Tutto ciò creerà inevitabilmente dei set più lunghi. Poniamo anche il caso che si tratti invece di 64 squadre (per un torneo 2v2): risulterebbero quindi presenti in totale 128 giocatori, otto volte il numero di partecipanti rispetto al primo esempio che abbiamo esaminato. Molto tempo verrà sprecato alla ricerca dei giocatori, all’annuncio dei risultati, e controlli vari. Più tornei organizzerete, più vi renderete conto che partecipanti e postazioni non saranno le vostre uniche incognite “X” per stimare il completo svolgimento dell’evento. In questo caso infatti ho aumentato la durata dei set a 15 minuti per tenere conto anche degli “spostamenti”.

Completiamo questo paragrafo con un’esempio legato agli ultimi parametri utilizzati (64 giocatori ecc):
Round | # di set da giocare | Tempo richiesto

WB1 prima metà | 16 set | 15 minuti
WB1 seconda metà | 16 set | 15 minuti
WB2 | 16 set | 15 minuti
LB1 | 16 set | 15 minuti
LB2 | 16 set | 15 minuti
WB3 + LB3 | 16 set | 15 minuti

WQ + LB4 | 12 set | 15 minuti

WS + LB5 | 6 set | 15 minuti

WF + LB6 | 5 set | 15 minuti

LB7 | 2 set | 15 minuti

LQ | 2 set | 15 minuti

LS | 1 set | 15 minuti

LF | 1 set | 15 minuti

GF primo set | 1 set | 15 minuti

GF secondo set | 1 set | 15 minuti

Basandoci sui parametri dell’esempio con 64 giocatori, 16 postazioni e 15 minuti a set, il tempo stimato per il completo svolgimento dell’evento è di: 225 minuti, quindi 3 ore e 45 minuti.

Note importanti:
1 – Ogni torneo è diverso, che si tratti della sala, la regione geografica, dei giocatori o di imprevisti, come TO dovete tenere conto indipendentemente di ognuno di questi fattori (e altri nel caso).

2 – Un altro fattore contro questa formula da tenere in considerazione per la gestione del tempo: se avrete a disposizione dei “grabber” per registrare le partite giocate, potreste voler registrare su di un’unica postazione (quella collegata al pc) tutti i match avanzati della winner (in alcuni casi anche quelli della loser). Potreste anche voler utilizzare un format di set al meglio di 5/7 per gli ultimi scontri. In questo caso quindi, o trattate le partite come dei round separati, o aumentate nei round finali della formula il tempo di esecuzione. L’articolo è scritto così da potervi dare una base su cui lavorare, potete benissimo modificarla in base alle vostre esigenze.

3 – Tutte i calcoli eseguiti in precedenza non tengono conto di tempi morti. Si tratta di una cosa ovviamente irrealistica quando si parla di tornei di Smash Bros, che sono spesso riempiti da giocatori che non comunicano i loro risultati in tempo o prendono pause imprevedibili senza avvisare lo staff tra un set e l’altro. Quindi prima di procedere, è consigliabile aggiungere un paio di minuti alla stima della durata dei set, così da andare a coprire la maggior parte delle circostanze imprevedibili che potrebbero presentarsi al vostro torneo.

4 – Le postazioni sono tutto. Nell’esempio precedente se dovessimo ridurre il numero di postazioni da 16 a 8, la bracket richiederebbe 105 minui extra (7 extra round, 15 minuti per ogni round) per completare il tutto, questo lasciando invariati i resto dei parametri. Spero che questo vi renda meglio l’idea sul perchè i TO, richiedono sempre una mano dalla community/giocatori per la disponibilità di postazioni al torneo: OGNUNO FA LA DIFFERENZA.

5 – Ogni postazione conta finche non si raggiunge un “valore critico”, il punto in cui delle postazioni extra non aiutano più a rendere più veloce lo svolgimento della bracket. Solitamente si tratta di avere a disposizione un numero di postazioni pari alla metà del numero di partecipanti. Per esempio, in una bracket a 32 giocatori, 16 postazioni rappresentano il “valore critico”. Queste ultime compiono il proprio lavoro con la massima efficienza dato che il numero di set da giocare non supererà mai il numero di postazioni in qualsiasi momento. Questo “valore critico” deve rappresentare il vostro obbiettivo durante la pianificazione di un torneo.

6 – Sono molte le variabili che accompagnano la durata media di un set. Probabilmente però, set inaspettatamente lunghi verranno bilanciati da set inaspettatamente corti. Concentratevi ad ottenere il maggior numero di postazioni possibili, tutto per ridurre l’effetto di “ingorgo” che potrebbe presentarsi durante un evento.

7 – Non dovrebbe sorprendervi che i killer di tornei numero uno sono i tempi morti tra un set e l’altro. Solitamente separano i tornei che finiscono in orario, da quelli che invece “sforano” (a volte anche di molto). Se avete a disposizione lo staff e le risorse giuste, concentratevi il più possibile a ridurre il numero di tempi morti vicino allo zero. Dopo l’inizio del torneo, il conteggio delle postazioni disponibili e dei partecipanti sarà praticamente fuori il vostro controllo; ma avrete il totale monitoraggio dei tempi morti.

Nella seconda parte di questa guida discuteremo di come stimare il tempo richiesto per il completamento di una Round Robin Pool.

Annunci

2 pensieri su “Organizzazione Tornei: gestire il tempo [1/2]

  1. Pingback: [For Fun] non ha bisogno di regolamento ma ecco qualche dritta! | Super Smash Bros Italia

  2. Pingback: Gestire il tempo [2/2] | Super Smash Bros Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...